venerdì 10 ottobre 2014

Abraham Lincoln, cacciatore di vampiri?

Ci sono volte in cui, leggendo o studiando, mi capita un personaggio o un luogo storico che suscita la mia curiosità. Allora vago per la rete alla ricerca di informazioni. Notizie sulla vita, la politica, la storia stessa. Da uno si aprono mille collegamenti e io andrei avanti per ore!
I motivi per cui sono arrivata a questa storia sono soprattutto tre:
1) Linkin Park. Li adoro e li seguo soprattutto nel loro canale youtube. Powerless è un music-trailer del film... E lì la mia curiosità ha vinto.
2) Abraham Lincoln. È un personaggio famosissimo e io avevo già avuto modo, nelle mie ricerche nel web, di "conoscerlo". Ne sono affascinata.
3) Vampiri. Mi piacciono le storie di vampiri (anche se sono molto selettiva nella lettura). Non c'è altro da aggiungere.
Il romanzo Cacciatore di vampiri di Seth Graham-Smith è la storia, sotto forma di diario, rivisitata e corretta di Lincoln. Dall'infanzia alla morte.
Affascinante? Assolutamente si!
Almeno per me. Come può un uomo, diventato presidente degli Stati Uniti d'America, conciliare il suo ruolo pubblico con una battaglia tanto silenziosa come quella contro i vampiri? Questa la domanda a cui cerca di rispondere l'autore. E c'è riuscito, secondo me.
Leggetelo. Non aspettatevi un capolavoro, ma un romanzo "leggero", di quelli "da compagnia".


Il film Abraham Lincoln: Vampire Hunter è del 2012 ed è fortemente ispirato al romanzo. Rispetto al romanzo è più scorrevole e i punti chiave resi meglio. Per certi versi improbabile ma non disprezzabile, anzi io mi sono divertita molto. Anche in questo caso, non un capolavoro ma un film godibile.
Curiosità: il nome Linkin Park deriva da Lincoln Park. Al momento di cambiare nome, gli Hybrid Theory scelsero quello di Lincoln Park, ma il dominio web esisteva già e furono costretti a cambiarlo: Linkin Park appunto.
Tutto torna! ;-)

R.I.P.



Nessun commento:

Posta un commento