giovedì 31 dicembre 2015

Tempo di bilancio!

Ultimo giorno del 2015. Tempo di bilanci.
Non voglio farlo per la mia vita e lo faccio per le letture!
Nel 2015 ho letto 44 libri per un totale di 16166 pagine.
Molti meno rispetto agli anni precedenti, ma sono sicura che il 2016 sarà un anno ricco di letture interessanti e avvincenti. Perchè i libri non tradiscono mai. Ti sono fedeli sempre! :)

Ecco l'elenco delle mie letture annuali.
In ordine sparso.
(sì, li ho letti tutti!!)

Belli e dannati Francis - Scott Fitzgerald
Dante. Il romanzo della sua vita - Marco Santagata 
L'aiuto - Kathryn Stockett 
Viaggio alla fine del millennio - Abraham Yehoshua
Padre nostro - Piergiorgio Pulixi, Ciro Auriemma, Collettivo Sabot, Cesare Cosmo 
La formula del professore - Yoko Ogawa
Il trono di spade. Libro terzo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco - George R.R. Martin
Intervista col vampiro - Anne Rice
Noi - David Nicholls
Gli animali fantastici dove trovarli - J.K. Rowling
Harry Potter e la Pietra Filosofale - J.K. Rowling
Harry Potter e la camera dei segreti - J.K. Rowling
Harry Potter e il prigioniero di Azkaban - J.K. Rowling
Novella degli scacchi - Stefan Zweig

Il trono di spade. Libro secondo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco - George R.R. Martin
Il giardino delle pesche e delle rose - Joanne Harris
Una calda estate in Texas - Lisa Kleypas

Giulia 1300 e altri miracoli - Fabio Bartolomei
Come donna innamorata - Marco Santagata
Giovani carine e bugiarde. Deliziose, Divine, Perfette, Incredibili - Sara Shepard
Portami a casa - Jonathan Tropper
La vittima - André Héléna
L'oscura memoria delle armi - Ramón Díaz Eterovic

Quella brava ragazza - Lars B. Lundholm
L'ombra del vento - Carlos Ruiz Zafón
L'ultimo giorno di un condannato a morte - Victor Hugo
Il soffio del drago - Lars Bill Lundholm
Il senso dell'elefante - Marco Missiroli
Il Maestro e Margherita - Michail Bulgakov
La scopa del sistema - David Foster Wallace
Accanto a te vol. 1 - Shizuki Fujisawa

Il principe - Niccolò Machiavelli
Shadowhunters. Città di vetro - Cassandra Clare
Il canto degli innocenti - Piergiorgio Pulixi
Come pietre nel fiume - Ursula Hegi
Il manoscritto incompleto - Kamal Abdulla
Accanto a te vol. 2 - Shizuki Fujisawa
Agosto, foto di famiglia - Tracy Letts
La nave di Teseo di V. M. Straka - Doug Dorst, J.J. Abrams
Per sempre - Piergiorgio Pulixi
Shadowhunters. Città delle anime perdute - Cassandra Clare
Il giovane Holden - J.D. Salinger
Il sentiero dei profumi - Cristina Caboni
Shadowhunters. Città degli angeli caduti -Cassandra Clare


lunedì 14 dicembre 2015

IL RICORDO PIÙ BELLO DI ME E DI TE


Ormai è un anno che sono sola. Che non ho più un compagno accanto. IL compagno. La vita va avanti, lo so, e nell'ultimo anno ci ho provato. Nonostante i vuoti, nonostante l'immobilità che sentivo dentro.
Ho provato, con tutta me stessa, a lasciarlo andare. Ho provato anche a riconquistarlo ma era una partita persa in partenza, un salto nel vuoto con una corda rotta.
E ora, dopo la rabbia, la cattiveria, le lacrime mi ritrovo coi soli ricordi.
Non voglio dimenticare, voglio solo chiuderli in un cassetto e riaprirlo quando faranno meno male. E metterò in quel cassetto il ricordo più bello di me e di te. Quell'ultima volta in cui abbiamo fatto l'amore. In cui le nostre anime erano talmente intrecciate da avere la sensazione di accarezzare lei e non la tua pelle.
Lo chiudo nel cassetto per custodirlo, per ammantarlo di quella patina di bellezza che solo un ricordo sa dare.

R.I.P.


lunedì 7 dicembre 2015

LO SCOGLIO SICURO DEL MIO NAUFRAGIO

Eri lo scoglio sicuro del mio naufragio. Mi sono appoggiata alla tua sicurezza, al tuo conforto, per tanto tempo, che non so quando è iniziata. So quando è finita. E da allora vago senza una meta. Le mie certezze non hanno più senso da allora. I miei progetti, i miei obiettivi, le mie scelte sono ancora, purtroppo, condizionati da te. Per colpa di quei sogni, che ogni notte mi svegliano e mi tengono sveglia per ore, finché lo sfinimento delle troppe lacrime versate non mi fanno crollare in un sonno senza sogni, fino al suono della sveglia.
Non lo so come si fa ad andare avanti. Sto provando a imparare a nuotare da sola. Con le mie sole certezze. Sto ridimensionando tutto. Ma non è facile. Quando lo sconforto vince, mi ritrovo in mano il telefono per chiamare.
E allora lo poso e ricordo a me stessa che sei andato via tanto tempo fa. E che no, non sono sola. Ho me  stessa e le mie forze e posso farcela.
YES, I CAN!!!

R.I.P.

venerdì 4 dicembre 2015

THE HELP DI KATHRYN STOCKETT


Una premessa a questo commento è doverosa per me. Ho letto il romanzo perché faccio parte di un gruppo su facebook che, una volta al mese, cerca di riunirsi e parlare. Questo era uno dei consigli di novembre.

Mississippi. USA. Anni sessanta.
La divisione fra bianchi e neri è netta.
Martin Luther King parla di diritti civili.
Aibileen e Minny lavorano come "domestiche" per le benestanti famiglie bianche.
I neri portano malattie. I neri non possono sposare i bianchi. I neri non possono studiare. I neri non possono usare i cessi dei bianchi. I neri non possono sperare di essere alla pari dei bianchi!
Perché? Perché nella democraticissima America, che esporta fin dalla seconda guerra mondiale democrazia in giro per il mondo, così è.
A cent'anni dalla guerra di secessione, dalle idee, dalle lotte di Lincoln per vedere i neri liberi, gli stati sudisti li trattano ancora da schiavi. Ha più valore un cane di un nero.
Tristemente vero.
Purtroppo, non ostante altri 50 anni di democrazia, non mi pare le cose siano cambiate poi molto. Sostituite la parola "nero" con quella di un'etnia, un popolo, una vita diversa dalla nostra e otterrete la storia attuale.
Si parla tanto di uguaglianza.
A me pare solo che i ricchi siano quelli dalla parte della ragione, sempre, anche quando hanno palesemente torto.

Ecco, dopo un giudizio così infervorato, dico solo LEGGETELO. Se i libri aprono la mente, bé the help dà una chiara visione del mondo di allora e di ora. Promosso a pienissimi voti! 

R.I.P.

P.S.: presto parlerò anche del gruppo e della sua fondatrice. 


Ogni notte, prima di addormentarmi, penso a qualcosa. Di solito è bello, felice, confortante.
Ieri notte ho pensato all'unica frase che devo dimenticare. E il sonno svanisce e penso che dovrò passare l'ennesima notte insonne...
Quando Passerà?

R.I.P.

giovedì 3 dicembre 2015

NON VOGLIO FIORI. NEPPURE OPERE DI BENE. VOGLIO SCARPE!!!

Sono le 4 appena passate. Il gallo canta,  fuori dalla finestra. Io non riesco a dormire. Insonnia tornata prepotentemente alla ribalta.
Mi ha svegliato un pensiero: voglio un paio di décolleté!
Le ultime che ho preso le ho regalate al mio ex come ricordo. Perse per sempre.
Ne voglio un paio. Nuove. Diverse. Bellissime.
A costo di non metterle mai o di indossarle solo a casa. O per qualcuno, magari nuda.
Ma le voglio. Me le regalo per Natale, è deciso!

R.I.P.

P.S.: gli farò un servizio fotografico degno di nota appena le avrò fra le mie grinfie.

mercoledì 2 dicembre 2015

Non ho idea di quale titolo dare a questo post. Non è ragionato. È frutto di una lunga passeggiata, interrotta a metà, carica di pensieri.
Mi siedo su una panchina a metà strada e scrivo.
È il secondo giorno di dicembre. L'ennesimo della mia nuova vita. O almeno mi illudo che sia così.
Sto seduta in questa panchina, in una piazza di Cagliari, a chiedermi se devo preoccuparmi per il mio peso.
Non sono mai stata filiforme.
Ma quando inizio a sentire le costole o a cercare un altro buco nel cinto oltre l'ultimo, bé, c'è qualcosa che non va.
Secondo la bilancia di casa, vestita di tutto punto ma senza scarpe, peso 48 kg.
Eppure mangio. E cammino tanto. 5 km di media ogni giorno, distribuiti nell'arco della giornata. Proprio ferma non sto. E poi lo yoga per il mal di schiena.
Credo di stare a concentrarmi su un finto problema.
O meglio su un problema secondario.
Non è che non voglio affrontare gli altri. Ho bisogno di non pensarci, agli altri.
Anche se, come ora, sbucano prepotenti. Tempo fa ho deciso: niente lacrime! Mi cola il mascara!
E poi mi viene il naso rosso e sono intrattabile per ore.
Meglio pensare al mio peso!
Riprendo la passeggiata.
E mi metto gli auricolari nelle orecchie per distrarre il cervello.

R.I.P.

martedì 1 dicembre 2015

READING BOOK CHALLANGE 2015 - DICEMBRE

Aggiornamento di Dicembre. Ancora un mese per completare la lista. Dubito di riuscirci, ma è stata comunque una soddisfazione.

A clash of Kings
-Un libro con più di 500 pagine
-Un libro ambientato in un altro paese
-Un libro con la magia
-Un libro originariamente scritto in un'altra lingua
-Un libro ispirato da una serie TV o trasformato in una serie TV

La vittima
-Un mystery o un thriller
-Un libro raccomandato da un amico

Portami a casa
-Un libro che è diventato/sta per diventare un film
-Un libro divertente
-Un libro con un triangolo amoroso
-Un libro di un autore che non hai mai letto finora

L'ombra del vento
-Un libro ambientato in un luogo che hai sempre voluto visitare
-Un libro con recensioni negative

Giovani, carine e bugiarde
-Un libro scritto da un'autrice
-Un libro ambientato alle superiori

Il giardino delle pesche e delle rose
-Un libro di un autore che ami che non hai ancora letto

Una calda notte in Texas
-Un libro che puoi finire in un giorno

Giulia 1300 e altri miracoli
-Un libro con un numero nel titolo
-Un libro che è ambientato nel tuo paese

Belli e Dannati
-Un libro scritto da qualcuno sotto i 30 anni
-Un libro che sta infondo alla tua TBR (to be read, i libri che hai in coda di lettura, che devi ancora leggere)

La scopa del sistema
-Il primo libro di un autore conosciuto
-Un libro che vuoi leggere solo per la sua cover

Come donna innamorata
-Un libro pubblicato quest'anno
-Un libro ispirato ad una storia vera

Il principe
-Un libro che abbia più di 100 anni
-Un libro vietato (mi c'è voluto un po', ma poi ho trovato la lista dei banned book qui: https://www.goodreads.com/list/tag/banned)
-Un libro che hai iniziato ma mai finito

Agosto: foto di famiglia
-Un libro vincitore del Premio Pulizer
-Un'opera teatrale

La formula del professore
-Un libro che ti ha fatto piangere

Il maestro e margherita-Un romanzo classico

Noi
-Un libro con una sola parola nel titolo

Il giovane Holden
-Un libro che avresti dovuto leggere a scuola, ma non l'hai fatto

Il canto degli innocenti
-Un libro ambientato a Natale

Dante. il romanzo della sua vita-Un libro di saggistica

Intervista col vampiro-Un libro che ti fa paura

categorie rimaste:
-Un libro con personaggi non umani
-Una raccolta di storie brevi
-Un libro che tua madre ama
-Un libro di memorie
-Un libro che abbia un antonimo (antonysm) nel titolo [ad esempio un libro che abbia nel titolo sia la parola basso che alto, sia la parola magro che grasso, e così via]
-Un libro uscito nell'anno in cui sei nato
-Una trilogia
-Un libro della tua infanzia
-Un libro che abbia un colore nel titolo
-Una graphic novel
-Un libro che possiedi ma che non hai mai letto
-Un libro di un autore che ha le tue stesse iniziali

R.I.P.

DIARIO DI BORDO...

Sono una che scrive. Una di quelle che affida i propri pensieri alla carta per trovare sfogo. Per provare a chiudere in un cassetto i pensieri e i problemi e vederli, finalmente, sotto una luce diversa. E magari trovare soluzione.
Mai trovata. Ma ci ho provato.
E il senso di liberazione, alle volte, è veramente senso di liberazione.
Per questo, a quest'ora della notte, mi ritrovo di fronte a uno schermo. L'insonnia non mi dà pace.
Ieri ho iniziato un lavoro in un call center. Difficile, tosto, impegnativo. Ma questo offre il mercato del lavoro e mi sono imposta di riuscirci.
Ho bisogno di riuscirci.
L'insonnia non mi dà tregua e io penso a quello che dovrei dire durante le chiamate che faccio.
È un modo per non pensare a quanto il resto faccia schifo. A quanto le lacrime versate non sono bastate a sfogarmi.
Ho ripreso in mano la mia vita, dopo un anno di "immobilità", ed è la cosa più difficile da fare. Ma è un tentativo.
E mentre nella mia testa risuona il mio mantra "yes, i can", e il gallo del vicino ha scambiato il lampione per l'alba, io provo a riprendere sonno...

R.I.P.