domenica 20 marzo 2016

NOTRE-DAME DE PARIS


Quando l'ho iniziato a leggere, sono partita un po' prevenuta.
Avevo già iniziato a leggerlo ma l'avevo abbandonato perché, da studentessa di beni culturali, avevo trovato irritante la descrizione dell'arco gotico.
E ora eccomi qua, a cercare le parole per descrivere quello che mi ha dato questo romanzo. Ho solo una parola: WOW!!
Sì, perché sono rimasta piacevolmente sorpresa dalle vivide descrizioni. Mi sembrava di essere lì. Sono rimasta sorpresa dalla storia che non è mai banale. Sono rimasta sorpresa dai personaggi, talmente caratterizzati che mi sembra di conoscerli.
Avevo apprezzato Hugo in L'ultimo giorno di un condannato a morte, e con questo lo eleggo ad autore dell'Ottocento che riesco a leggere senza aver voglia di lanciare i libri dalla finestra!

R.I.P.

Nessun commento:

Posta un commento