lunedì 15 agosto 2016

ODE A BARCELLONA

Arrivare a Barcellona è stata un'avventura, fatta di mare mosso, maestrale furioso e mal di mare.
Ma quando ho messo piede nel suolo catalano e ho respirato l'aria di questa città, ho iniziato a sentirmia casa.
Ho parlato e pensato in spagnolo.
Ho ascoltato la città.
Mi sono persa per le strade.
L'ho fatta mia.
E lei ha fatto di me ciò che voleva.
Si è fatta scoprire, si è svelata a poco a poco e mi ha conquistata.
Da ieri e per sempre.

R.I.P.

Nessun commento:

Posta un commento